MAR.TAM (9-11 luglio)

MAR.TAM (9-11 luglio)

Laboratorio di marranzano, tamburello italiano e composizione d’insieme
a cura di Pierfrancesco Mucari e Andrea Piccioni.

MAR.TAM prevede due giorni di studio con i due strumenti. Il terzo giorno, per approdare all’obiettivo finale per chi impara uno strumento, vale a dire, fare Musica, il lavoro sarà incentrato su una composizione d’insieme di marranzano e tamburello, da eseguire insieme a tutti gli allievi dei laboratori, durante la serata conclusiva del festival, che si terrà l’11 luglio.

MARRANZANO

Laboratorio di Marranzano a cura di Pierfrancesco Mucari.

Lo Scacciapensieri è uno strumento antico, presente nella cultura di molti popoli in giro per il mondo, facile da trasportare e da suonare, ha viaggiato per molti secoli con i nomadi e i conquistatori. Sono stati trovati in Siberia strumenti risalenti a IV/V sec. Dc, appartenenti alla tribù’ degli Unni. Verosimilmente, veniva suonato durante i riti sciamanici, strumento sacro per alcune culture, come suono per evocare divinità e dimensioni ultraterrene.In Sicilia prende il nome di Marranzano, ma anche conosciuto come ’nganna latruni(o larruni)
Contrariamente all’immaginario collettivo, secondo cui il Marranzano è associato al mondo malavitoso, se non mafioso; storicamente, oltre che essere uno strumento classico della tradizione popolare siciliana, era suonato quando nel borgo accadevano fatti poco rassicuranti, compreso l’arrivo di forestieri.

Questo laboratorio è aperto a chi desidera apprendere le tecniche che si utilizzanoper imparare a suonare il Marranzano, benché non sia particolarmente difficile, vi sono degli accorgimenti essenziali da assimilare, affinchè non si radichino errate abitudini posturali e mentali, le quali, probabilmente, impedirebbero l’ampio utilizzo delle potenzialità dello strumento.

Sarà possibile acquistare un Marranzano, o averne (gratuitamente) uno in dotazione durante gli incontri.

IL TAMBURELLO ITALIANO

Laboratorio di tamburo a cornice italiano a cura di Andrea Piccioni.

Il tamburello, strumento ancestrale profondamente legato alla storia e alla tradizione Italiana e Mediterranea sarà il protagonista di questo laboratorio. Attraverso il metodo elaborato da Andrea scopriremo le straordinarie possibilità di questo strumento a percussione sia in ambito tradizionale sia nelle sue applicazioni più mod- erne, alla ricerca di un linguaggio adattabile a qualsiasi situazione e contesto musicale. Il linguaggio tradizionale della tarantella come pizzica -pizzica, ballo sul tamburo (tam- murriata), siciliana, calabrese, saltarello sarà il punto di partenza da cui lavoreremo per lo sviluppo dello strumento, gettando le basi per utilizzarlo sia da solo all’interno di vari generi musicali (jazz, pop, rock, world), sia in ensemble attraverso la pratica e l’esecuzione di compo- sizioni.

Il workshop è aperto a chi già conosce lo strumento e a chi non ha mai praticato, il metodo di Andrea punta alla coordinazione mente-corpo per sviluppare una profonda com- prensione tecnica dello strumento, grazie ad un metodo semplice e al contempo ricco di pos- sibilità e di sviluppi futuri.

Professionisti, amatori, percussionisti e semplici curiosi sono i ben- venuti, e ognuno troverà il suo spazio e il suo percorso da scoprire, rielaborare o approfondire grazie alla grande esperienza di Andrea in ambito didattico.

Il workshop è aperto a chi già conosce lo strumento e a chi non ha mai praticato, il metodo di Andrea punta alla coordinazione mente-corpo per sviluppare una profonda com- prensione tecnica dello strumento, grazie ad un metodo semplice e al contempo ricco di pos- sibilità e di sviluppi futuri. Professionisti, amatori, percussionisti e semplici curiosi sono i ben- venuti, e ognuno troverà il suo spazio e il suo percorso da scoprire, rielaborare o approfondire grazie alla grande esperienza di Andrea in ambito didattico.

Strumento: tamburello con sonagli, dimensioni consigliate fra i 25 e
i 40 cm, possibilmente senza alcun tipo di impugnatura (cassa dritta),
può essere utilizzato anche un pan- deiro brasiliano o simile nel caso
se ne possieda uno.

  • Abbigliamento consigliato: comodo
  • Livello: aperto a tutti
  • E’ possibile registrare audio e video, si consiglia di portare il
    necessario per scrivere e prendere appunti

Dal 9/10 luglio 4h di lavoro al giorno per l’intero percorso.

Competenze

Postato il

10 Maggio, 2019